GIORNO 5. DIALOGHI (O MONOLOGHI?) TERAPEUTICI

Leggi il giorno 1.

– Dottore, ma lei ci pensa mai? Quanto può essere importante una persona, una sola persona, nell’economia di una vita?

Non riuscivo a togliermi questo pensiero dalla testa, quando sono andata via di qui, l’ultima volta.

Pensi, per esempio, a quando prendiamo la metropolitana. Una persona in più o una in meno non fanno la differenza, ai nostri occhi. Pensi a tutti quelli che lavorano con il web, che aspirano a grandi numeri. Neanche lì una sola persona fa una grande differenza.

Poi ci sono dei casi in cui invece una sola persona può fare la differenza. Immaginiamo di essere in coda al supermercato con due prodotti da pagare, e nostro figlio a casa con la febbre. Chi ci precede legge la nostra fretta e ci lascia passare. Quella persona non ha forse fatto la differenza?

Allo stesso modo, ora le spiego come anche sui grandi numeri una sola persona può fare la differenza. Dottore, Lei penserà che sono pazza. Non solo mi vengono delle riflessioni strampalate, ma ho persino il coraggio di condividerle con Lei. Beh, sono sicura che da quella sedia ne vede e ne sente di tutti i colori, quindi non me ne preoccupo.

Torniamo alla metro. Stiamo salendo sul treno quando ci cade il cellulare sulla banchina. La persona dietro di noi se ne accorge, lo raccoglie e ci allerta, restituendocelo. Quella persona non ha fatto la differenza? Torniamo a chi lavora con il web. Un potenziale cliente su tanti si accorge di un prodotto che gli interessa, decide di acquistarlo e provarlo e ne rimane folgorato. Comincia a consigliarlo ad amici e parenti. E questi, a loro volta, ad altre persone. Quel cliente non ha fatto la differenza? Pensiamo a un blogger che riceve molte visite al giorno. Un lettore su tanti segue costantemente il blog: gli piace, lo trova interessante. Quel lettore contatta il blogger e gli manifesta il suo coinvolgimento. Forse il blogger riceve tante visite ma pochi messaggi e questo confronto diretto non gli allieterà la giornata?

Perciò, dottore, mi sembra proprio che tutto dipenda dalla nostra chiave di lettura. Da quanto siamo aperti e predisposti ad accogliere e apprezzare l’altro, nel momento in cui incontriamo qualcuno.

Noi non vorremmo mai essere considerati soltanto numeri, non vorremo mai essere considerati una persona qualsiasi, neanche nelle circostanze in cui siamo consapevoli che andrà esattamente così – per esempio, nella folla mattutina della metro. Le persone, nelle nostre vite, non sono, non possono essere soltanto numeri. Ci sono quelle che ci attraversano per un istante e scompaiono, dai nostri occhi e dalle nostre menti, ma ci sono anche quelle che pur permanendo solo qualche istante non dimentichiamo più. Mi viene in mente quella volta che un bambino mi ha scambiato per la sua mamma. Mi sono emozionata: avevo come il presentimento che nessuno mai mi avrebbe chiamato così. Ero al parco di spalle e lui attirò la mia attenzione attaccandosi alla mia gonna e chiamandomi mamma! con quella vocina dolce e sottile. Saranno passati vent’anni, eppure lo ricordo ancora.

E poi, infine, dottore, c’è chi non solo attraversa le nostre vite, ma attraversa anche il nostro corpo, trafigge la nostra anima, penetra i nostri pensieri riducendoli a brandelli. Una persona. Una sola persona. Che ti sconvolge la vita. Come è successo a me con Maria.

Leggi il giorno 6.

Lascia un like o condividi se ti è piaciuto.

Seguimi su Instagram (@ENZAGRAZ) per leggere le mie Storie a colori.

9 pensieri su “Una persona

  1. Allora oggi faccio la differenza: mi è piaciuto moltissimo. In realtà i tuoi racconti mi piacciono sempre, ma quasi mai mi fermo a dirtelo, anche per non abusare del tuo tempo.
    E’ successo anche a me che un bimbo mi abbia scambiato per sua mamma, e ricordo ancora la sua delusione quando mi sono girata e si è accorto che non lo ero.

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...