Cambiamo?

Ho sempre amato l'alternarsi delle stagioni. Le trasformazioni, le alternative, le variazioni sono sempre necessarie: anche nelle certezze più forti, nelle routine più consolidate e nella quotidianità più uguale a se stessa c'è qualche dettaglio che fa la differenza. Pensiamo di guardare ogni anno le stesse stelle cadenti, di avere a che fare con persone…

Complementarità

Adoro poggiare l'indice nell'incavo che si crea tra la pianta morbida del tuo piedino e le dita piccine. E tu, d'istinto, stendi il piede e spalanchi le dita, in modo che quel piccolo vuoto venga perfettamente riempito; dopo, chiudi le dita con forza e afferri quel pezzo estraneo al tuo corpo. Così, sento meglio quelle…

Un anno va, un anno viene

Questo compleanno l'ho divorato. Non me ne sono persa un pezzo. L'ho aspettato tanto perché sapevo che sarebbe stato speciale e nella sua semplicità è stato felicemente disarmante: un tiramisù, le candeline, un bouquet di girasoli, il telefono che squilla in continuazione, la porta di casa che accoglie con un inchino gioioso chi mi porta…

Fotografia di uno stato mentale

Non avrei mai pensato che sarebbe andata così. Non lo sapevo, nessuno me lo aveva detto. A volte penso di aver perso quella che sono realmente. E se invece, al contrario, mi fossi ritrovata? Troppi interrogativi attanagliano la mia mente quando si tratta di lei: Sto facendo un buon lavoro? Sono troppo presente nella sua…

La ragazza del treno – di P. Hawkins

Sentirsi vuoto: lo capisco perfettamente. Comincio a credere che non esista una soluzione. L'ho imparato dalla psicoterapia: i buchi della vita non si chiudono più. Devi crescere intorno a loro, come le radici che affondano nel cemento, e devi rimodellarti intorno alle crepe.Paula Hawkins, "La ragazza del treno" Certi libri non riesci a chiuderli prima…

Le città di mare

È una dea che corre impercettibile attraverso i vicoli stretti, odorosi di salsedine e di pesce fritto, questa città. Si adagia sul mare; socchiude gli occhi di fronte al luccichio abbagliante dei raggi del sole, riflettendosi nelle onde lente cavalcate da gabbiani a riposo. Mi lascio avvolgere in un suo abbraccio caloroso, sollevando, estasiata, il…